MASTER CRISI D’IMPRESA - PISA - ISCRIZIONI CHIUSE

ISCRIZIONI CHIUSE IL CORSO E' COMPLETO

Il corso di alta formazione in “Crisi di impresa” prevede un percorso formativo che permette di acquisire una formazione avanzata nelle seguenti tematiche: emersione della crisi di impresa, strumenti per contrastare la crisi, i piani attestati, la figura dell’attestatore; il fallimento dalla sua apertura alla sua chiusura, la liquidazione coatta amministrativa, l’amministrazione straordinaria e il sovra indebitamento.

Il corso rientra nel progetto di creazione delle Scuole di Alta Formazione (SAF) riconosciute dal Consiglio Nazionale con l’obiettivo di promuovere percorsi formativi altamente qualificati nelle seguenti aree tematiche: revisione; diritto societario; procedure concorsuali; arbitrato; consulenza tecnica; esecuzioni; amministrazione beni sequestrati; enti pubblici; no profit; finanza aziendale; diritto Tributario; principi contabili e di valutazione; diritto del lavoro.

Il corso intende offrire agli iscritti nell’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, che possiedono già le competenze di base, ulteriori professionalità e raffinati strumenti economico-aziendale e giuridici per affrontare in modo più competente le attuali problematiche inerenti il sia la crisi di impresa sia la procedura fallimentare nel suo complesso.

Il programma del corso sarà adeguato a seconda dell’approvazione delle riforme normative in corso di approvazione (Riforma Rordorf).

 

Primo modulo (72 ore per 9 lezioni): Presupposti del fallimento, organi, il passivo fallimentare, la ricostruzione dell’attivo, la chiusura del fallimento; casi pratici.

Il primo modulo, della durata di 72 ore di attività didattica frontale, costituisce una analisi della procedura fallimentare, dalla sua apertura alla chiusura, con tutti i risvolti procedurali connessi.

Verranno esaminate le principali problematiche inerenti i presupposti della dichiarazione di fallimento, i rapporti fra i vari organi della procedura, sino ad esaminare la verifica dello stato passivo, nelle sue divere fasi, la ricostruzione dell’attivo anche attraverso le azioni recuperatorie e risarcitorie.

Particolare attenzione verrà prestata alla relazione ex art. 33 l.f. ed ai rapporti riepilogativi periodici.

Il corso si concluderà con l’analisi della chiusura del fallimento e l’analisi di taluni casi pratici.

I relatori del 1^ modulo sono stati scelti fra magistrati del settore, professori universitari e professionisti esperti della materia.

 

Secondo modulo (72 ore per 9 lezioni): La crisi aziendale, diagnosi e tempestiva emersione; i piani di risanamento le operazioni straordinarie per la risoluzione della crisi

Il secondo modulo concerne l’analisi della crisi aziendale, la sua possibile previsione e l’individuazione delle cause della stessa, nonché le analisi industriali sottostanti, le modalità di redazione di un piano di uscita dalla crisi e gli strumenti giuridici all’interno dei quali inserire detto piano di risanamento.

Dopo tale fase iniziale, il corso individua ed analizza gli strumenti previsti dall’ordinamento per l’uscita dalla crisi (concordato, accordo di ristrutturazione, piano attestato) e le loro principali caratteristiche e differenze nonché la figura dell’attestatore e delle sue responsabilità nei tre diversi scenari. Infine verranno analizzate le operazioni straordinarie che potrebbero essere poste in essere per l’uscita dalla crisi aziendale con particolare riferimento anche alla parte contrattuale.

Al corso parteciperanno esperti del settore, di estrazione sia aziendalistica che giuridica, che illustreranno casi pratici di procedure di risanamento, sia giudiziali che extra giudiziali.

 

Terzo modulo (56 ore per 7 lezioni): Liquidazione coatta, amministrazione straordinaria e Organismi di composizione della crisi. I contratti pendenti e il concordato fallimentare.

Il terzo modulo, della durata di 72 ore di attività didattica frontale, si propone di visitare ed analizzare gli altri istituti concernenti l’insolvenza, dalla liquidazione coatta all’amministrazione delle grandi imprese in crisi, sino alla recente legge sul sovra indebitamento.

Il corso verrà completato con l’analisi pratica di altri istituti della legge fallimentare non illustrati nel modulo precedente e cioè la disciplina dei rapporti pendenti, il concordato fallimentare, la verifica dei crediti e la liquidazione dell’attivo.

I relatori del 3^ modulo sono stati scelti fra magistrati del settore, professori universitari e professionisti esperti della materia.

Il corso inizierà il giorno 5 ottobre 2018 e si terrà l’ODCEC di Pisa, Piazza Vittorio Emanuele II, 2.  

pdfProgramma_Crisi_dImpresa.pdf